…cioè…che giorno è…

Da stamane tutto un vortice di mimose, parole gentili, frasi d’amore, evviva le donne, e chi più ne ha più ne metta…

Non voglio esser polemico lo sapete non l’ho mai fatto ho sempre accettato le tendenze, idee di tutti… ma oggi no oggi proprio non posso accettare tutto questo buonismo in rete…

Le Donne dovete amarle sempre, rispettarle, coccolarle, certo ogni tanto ci fanno andar di matto… beh signori anche noi non siamo da meno…

Quindi basta co ste smancerie solo oggi e poi domani siete di nuovo tutti belve…ok fate gli auguri ma non gli sbrodolosi, tanto non vi crede nessuno…

E con questo mio sfogo perchè io Amo tutti i giorni vi dedico una canzone

Annunci

18 pensieri su “…cioè…che giorno è…

  1. sono d’accordo,ho sempre odiato le smancerie fini a se stesse e le giornate commemorative che diventano solo un motivo di business per alcuni.Meglio pensare a rispettare fidanzati/e madri, padri, donne, bambini,…nsomma tutti SEMPRE e non solo in occasioni comandate a tavolino.
    Ciao 🙂

    Mi piace

    • un giorno ok ma senza tutte ste smielature dai sembra na presa in giro… tutto commerciale…tutto finto…oggi baci e abbracci regali fiori… e da domani il massacro ma non esiste ci vuole un pò di sensibilità e tanto rispetto per ciò che rappresenta l’8 marzo e le Donne

      Mi piace

    • e no Silvia non puoi dire questo
      “La giornata internazionale della donna” che ricorre l’8 marzo di ogni anno in memoria delle conquiste ottenute dalle donne nel corso degli anni e per ricordare l’importanza della lotta alle discriminazioni e alle violenze. Il primo paese ad introdurre la ricorrenza sono stati gli Usa nel 1909, a seguire alcuni paesi europei nel 1911. L’italia rese istituzionale la ricorrenza della Giornata internazionale della donna nel 1922.

      Mi piace

  2. No, non è proprio questo il significato di questo giorno … le donne che hanno lottato con le unghie e con i denti per ottenere quel poco che è arrivato, perché ancora è poco, lo sanno bene. Negli anni ’70, le donne venivano denunciate per aver disegnato su un manifesto l’utero e i vari metodi contraccettivi, ci sono donne che sono finite in carcere per aver manifestato per avere diritti civili negati … che ne sanno quelle che oggi vanno a pizze e spogliarelli maschili, facendo regredire la già scarsa considerazione per il nostro sesso? Che ce ne facciamo di mimose se ogni giorno veniamo calpestate, violate, uccise? Scusami, Giovanni, ho approfittato del tuo spazio e mi sono dilungata, voglio però ringraziarti per la tua sensibilità. Un abbraccio. 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...